Toc, toc… C’è nessuno nessuno?

Posted on 28/02/2012

1



Il 19 gennaio 2012, in occasione del workshop sul tema della “Condivisione e collaborazione per lo sviluppo dei territori?” abbiamo pubblicato un sondaggio effettuato da Format sul tema della “Democrazia partecipativa: l’opinione degli italiani”. I risultati furono a nostro avviso eclatanti: oltre il 65% degli italiani voleva partecipare in modo più diretto e continuo alla vita politica e alle decisioni sul futuro del Paese. Una percentuale simile non considerava partiti, associazioni di categoria e sindacati rappresentativi dei propri interessi e volontà. Ora un sondaggio sulle volontà di voto espresse il 21 febbraio avvalora di fatto tutto ciò: ben il 40% degli italiani si rifiuta di scegliere un partito da votare! (vedi slides in allegato).

Sui giornali e sui media invece continua il dibattito su leggi elettorali, tasse e imposte. Forse è il caso di iniziare a pensare al futuro? A cosa progettare e fare per questo Paese per i prossimi 20-30 anni? Il governo Monti sta facendo l’impossibile, il Parlamento, di fatto, lo sta seguendo non avendo alternative serie (Lega e IDV sono seri?), ma la classe politica e dirigente dov’è? Che proposte fa? Dov’è la responsabilità dei dirigenti del Paese, la collaborazione tra Istituzioni e lobbies e la condivisione di un programma di sviluppo tra partiti, associazioni, sindacati, imprese e cittadini? I numeri sono chiari. La denuncia è chiara. C’è nessuno?

Intenzioni di voto 21/02/2012

Posted in: Notizie, Proposte